Meridiana: Cigs per 1.330 dipendenti, c'è una bozza di accordo

Sull'anticipo della Cigs da parte di Meridiana l'azienda non è però disponibile.

Meridiana Cigs

La compagnia aerea Meridiana e tutte le organizzazioni sindacali di categoria, ad eccezione di Usb, hanno firmato ieri una nota congiunta dopo l'accordo sostanziale sulla bozza di accordo quadro trovato al tavolo istituito presso il ministero dello Sviluppo economico (Mise).

Il confronto a Roma fra azienda e sindacati era stato sospeso il 20 aprile scorso, lo stallo era sopraggiunto dopo la richiesta delle organizzazioni sindacali di un'anticipazione della cassa integrazione straordinaria (cigs) da parte dell'azienda.

Tra tre giorni scade la cassa integrazione dei 300 lavoratori del reparto manutenzioni, quella degli altri dipendenti è in scadenza a giugno.

Il preliminare di intesa sottoscritto ieri, stando a quanto riferito dai sindacati, prevede un anno di cassa integrazione straordinaria per i 1.330 dipendenti, dopo la disponibilità in tal senso del Governo.

Al tavolo istituito presso il Mise rimangono da sciogliere ancora due nodi: l'anticipo del pagamento della cassa integrazione da parte di Meridiana, che verrebbe rimborsato dall'Inps in un secondo momento, e l'assicurazione che durante il periodo di cassa integrazione straordinaria l'azienda non interverrà con procedure di mobilità.

Sulla questione dell'anticipo della Cigs da parte dell'azienda del gruppo Alisarda S.p.a, questa non è favorevole perché avanza ancora crediti dall'Inps e non vuole farsi carico dell'ulteriore onere.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail