Banca Hsbc taglia 25mila dipendenti

Il piano di ristrutturazione prevede la cessione delle attività in Brasile e Turchia e il rafforzamento degli investimenti nel continente asiatico.

Le grane legali pesano come un macigno sulla banca britannica Hsbc, sanzionata per la manipolazione del mercato dei cambi e accusata di frode fiscale.

Il colosso bancario ha perciò varato un piano di ristrutturazione lacrime e sangue per un taglio di costi da 5 miliardi di dollari entro il 2017 che comporterà una riduzione dei dipendenti fino a 25.000 unità in tutto il mondo, 8.000 i licenziamenti stimati solo in Gran Bretagna.

Il piano di ristrutturazione prevede anche la cessione delle attività in Brasile e Turchia mentre saranno rafforzati gli investimenti nel continente asiatico. La cura da cavallo in due anni dovrebbe portarre Hsbc a raggiungere un Roe (l'indice di redditività del proprio capitale) superiore al 10%.

La banca inglese la scorsa settimana è stato condannato da un corte di giustizia di Ginevra a pagare una multa di 40 milioni in franchi svizzeri (più di 38 milioni di euro) per l'accusa di riciclaggio.

Hsbc starebbe anche considerando l'ipotesi di lasciare il quartier generale di Londra e concentrasi sui nuovi investimenti nel Sud Est asiatico, soprattutto im Cina seguendo le opportunità di crescita future e le evoluzioni strutturali del mercato bancario.

Del resto Hsbc (Hong Kong Shanghai Bank) è il maggior titolo per capitalizzazione sul listino della borsa di Hong Kong.

  HSBC licenzia 25000 lavoratori

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail