Bankitalia: prestiti di nuovo in calo ad aprile

Sofferenze bancarie ad aprile al 14,8%, dal 14,9% di marzo. Tassi d'interesse sui mutui ancora in diminuzione.

Bankitalia prestiti aprile 2015

Prestiti bancari al settore privato di nuovo in calo ad aprile secondo i dati diffusi oggi da Bankitalia. Su base annua la flessione è dell'1,4% con i prestiti alle imprese in netta diminuzione, del 2,2%, e quelli alle famiglie in calo dello 0,2% dopo il -0,3% registrato a marzo.

Sempre in confronto con aprile dell'anno scorso il tasso di crescita delle sofferenze bancarie è risultato pari a 14,8%, dal 14,9% di marzo, per un dato non corretto per le cartolarizzazioni ma che tiene conto delle discontinuità statistiche.

In valore assoluto i crediti difficilmente esigibili dalle banche sono pari a fine aprile a 191,577 miliardi di euro dai 189,519 del mese precedente, per un valore di realizzo che Palazzo Koch stima in 82,283 miliardi (43,0%), dai precedenti 80,910 mld (42,7%).

Per quanto riguarda invece la raccolta bancaria la crescita dei depositi del settore privato su base tendenziale si attesta ad aprile al 3,6% dal 3,3% di marzo mentre la raccolta obbligazionaria, inclusi i prestiti detenuti dal sistema bancario, cala del 18,2% annuo dopo il -17,5% del mese precedente.

I tassi d'interesse sui mutui concessi alle famiglie per l'acquisto di abitazioni sono risultati pari ad aprile al 2,86% in media, valore in calo dal 2,95% del mese precedente, quando la Bce ha lanciato il quantitative easing. I tassi sui prestiti relativi alle nuove erogazioni di credito al consumo sono invece passati a 8,49% da 8,46%.

Lato aziende, i tassi di interesse sui nuovi prestiti di importo fino a un milione di euro sono stati pari al 3,13% dal 3,09% di marzo, i tassi sui nuovi finanziamenti di importo superiore al milione si sono attestati all'1,78% da 1,77% precedente. I tassi passivi sul complesso dei depositi in essere sono stati uguali a 0,62% da 0,65%.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail