Prestiti alle imprese e mutui in aumento (insieme alle sofferenze bancarie)

Mutui alle famiglie +55,2% rispetto al primo quadrimestre dell’anno scorso. Sofferenza bancarie in aumento. Il bollettino Abi

Prestiti in aumento
I prestiti delle banche italiane alle imprese nei primi 4 mesi dell’anno sono aumentati dell'11,2% rispetto allo stesso periodo del 2014 secondo l'outlook mensile dell'Abi, l’Associazione bancaria italiana, diffuso oggi.

Nel periodo preso in esame si è registrata una forte crescita anche delle nuove erogazioni di mutui-casa alle famiglie, per un incremento su base tendenziale del 55,2% rispetto al primo quadrimestre dell’anno scorso. Le erogazioni per il credito al consumo sono invece aumentate dell'11,6% nei primi quattro mesi dell’anno.

Però a maggio 2015, il totale dei finanziamenti ai privati, famiglie e imprese, ha fatto segnare un calo dello 0,6% nei confronti dello stesso mese dello scorso anno, precisa l’Abi che vuole vedere il bicchiere mezzo pieno: la flessione è pur sempre un miglioramento rispetto alla diminuzione dello 0,9% di aprile per quello che è comunque il miglior risultato da maggio 2012.

Ad aprile 2015 però si deve rilevare anche il nuovo record per le sofferenze bancarie, pari a 191,5 miliardi. Nel dettaglio le sofferenze lorde delle banche italiane hanno mostrato un aumento di un paio di miliardi, a 191,5 miliardi dai 189,5 miliardi di marzo.

Il bollettino mensile dell'Abi sottolinea ancora che su base annua i crediti deteriorati, difficilmente esigibili dalle banche, sono cresciuti di circa il 15,1%, a quota 25,1 miliardi di euro.

In relazione agli impieghi le sofferenze lorde sono il 10%, il valore più alto o degli ultimi 20 anni. Ad aprile salgono anche le sofferenze nette, arrivate a quota 83,9 miliardi di euro contro gli 80,9 miliardi del precedente mese di marzo, per un balzo di 5,5 miliardi (+7,2%) in un anno.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail