Istat: esportazioni +1,5% e surplus commerciale di 4,2 miliardi a maggio

import export italia maggio

Le esportazioni italiane a maggio 2015 sono aumentate dell'1,5% sul precedente mese di aprile soprattutto grazie alla crescita delle vendite verso i mercati Ue (+2,5%), spinta dal boom dei prodotti energetici (+28,4%), senza il quale l'incremento complessivo delle esportazioni sarebbe pari appena a +0,6%. Più contenute invece le vendite italiane nei mercati extra Ue (+0,4%).

Con i dati diffusi oggi l'Istat spiega che a maggio il saldo della bilancia commerciale italiana (differenza export-import di merci) ha fatto segnare un surplus di 4,184 miliardi di euro, contro un avanzo commerciale di 3,620 miliardi registrato nello stesso mese del 2014.

Considerando gli scambi solo con i Paesi Ue il surplus è stato pari a 1,310 miliardi, in crescita da 1,216 miliardi dello stesso periodo dell’anno scorso. Al netto dell'energia, la bilancia commerciale risulta positiva per 6,8 miliardi. Nei primi cinque mesi del 2015 l'attivo è così pari a 15,7 miliardi.

L'export totale è aumentato del 2% su base annua, a traino delle vendite nell'Ue (+3,5%), i valori medi unitari (+3,4%) sono in aumento ma i volumi (-1,3%) sono in diminuzione.

Lato importazioni, la flessione dello 0,3% di maggio va letta come sintesi di una crescita degli acquisti dai paesi Ue (+0,8%) e di un calo degli acquisti nei paesi extra Ue (-1,9%), con la riduzione degli acquisti di prodotti energetici (-5,3%) che si mostra rilevante.

Al netto degli energetici l’import aumenta lievemente (+0,5%). Su base annua il leggero incremento dell'import (+0,5%) è invece dato dalla crescita degli acquisti dall'area Ue (+3,3).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail