Istat: tasse su imprese in calo del 10% nel 2014

tasse imprese

Secondo l’Istat le tasse sulle imprese sono diminuite di quasi il 10% (del 9,9%) nel 2014 per un risparmio fiscale di 2,6 miliardi di euro. Il working paper dell'Istat su ''La tassazione effettiva della tassazione in Italia'' parla di un calo dovuto alle misure sull'Ace (Aiuto alla crescita economica) e dal taglio sull'Irap.

L'Ace, introdotta dal governo Monti, permette la deducibilità dalle imposte del rendimento nozionale del capitale. Tra taglio Irap e Ace il 57,3% delle aziende ha avuto una pressione fiscale più bassa l'anno scorso.

L’analisi Istat, curata da Antonella Caiumi e Lorenzo Di Biagio, come riporta l’Ansa usa un nuovo schema di microsimulazione che si basa sulle dichiarazioni fiscali delle imprese per analizzare l'impatto delle recenti riforme sulle tassazione a carico delle aziende. Per tale via, viene esaminato l'effetto di tre misure: il potenziamento dell'Ace, la più larga deducibilità del costo del lavoro dell'Irap e il nuovo trattamento delle perdite, esistente già dal 2011.

A beneficiarne di più sono le imprese industriali e di media dimensione, i gruppi di imprese e quelle del Nord Italia. Il taglio sull'Irap porta a un alleggerimento fiscale ''significativo'' per le imprese a bassa intensità di capitale mentre l'Ace avvantaggia specialmente quelle ad alta intensità di capitali e rappresenta ''la misura più efficace per stimolare la crescita''.

Dal working papers e da questa nuova modalità di simulazione emerge più in generale che: “la pressione fiscale rimane alta per le imprese del commercio e quelle piccole e medie'', mentre è più bassa per le aziende che fanno parte di gruppi industriali.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail