Aumenta l'uso delle carte di credito

aumenta uso carte credito

L’uso delle carte di credito è in crescita, gli italiani usano sempre meno contanti, specie se sono all’estero. Uno studio dell’Osservatorio Mobile Payment & Commerce della School of Management del Politecnico di Milano spiega che i connazionali preferiscono ancora di gran lunga i contanti ma che la moneta elettronica sta man mano guadagnando spazio.

Nel 2014 i pagamenti con carta di credito sono cresciuti dell‘1,6%, passando in valore assoluto da 126 a 128 miliardi di euro, come conseguenza soprattutto dell’incremento dei sistemi di new digital payment. Che si tratti di carte tradizionali o della tecnologia contactless, l'Italia resta comunque indietro e non di poco rispetto al resto d’Europa.

Nel Belpaese, il numero di pagamenti all’anno per abitante con sistemi diversi dai contanti è pari a un terzo della media dei paesi dell’area euro. A dicembre 2015 entrerà in vigore un Regolamento europeo (2015/751) che taglia le commissioni sui pagamenti con carte di credito e bancomat.

Le commissioni interbancarie per i pagamenti con carte di credito non potranno andare oltre lo 0,3% del valore dell’operazione. I costi delle commissioni bancarie, ricorda ItaliaOggi, sono il vero inconveniente della moneta elettronica: se si sceglie di usare la carte per prelevare le commissioni arrivano fino al 4%, per non parlare della carte di credito revolving sulle quelli vengono applicati tassi di interesse che secondo le denunce delle associazioni dei consumatori possono sfiorare l’usura.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: