IMU scuole cattoliche paritarie. Bagnasco: rischio chiusura

Nessun ricorso al TAR sarà possibile da parte degli enti del settore no profit, quindi anche la Chiesa cattolica, chiamati a pagare l’IMU, l’imposta sugli immobili. Così stabilisce un emendamento presentato dai relatori del decreto legge sui costi della politica in commissione affari costituzionali e bilancio del Senato della Repubblica.

Se ritengono non legittimo e valido il regolamento del Tesoro, la Chiesa, le altre confessioni religiose e tutti gli altri enti del terzo settore potranno ricorrere comunque alla Corte Costituzionale per chiedere un giudizio definitivo. Dal mondo cattolico in particolare c’è stata una lavata di scudi sulle scuole paritarie, il rischio paventato è quello della chiusura. Il regolamento, ritenuto poco chiaro, recita che tale istituti scolastici devono pagare l’IMU a meno che:

non chiedano solo una retta simbolica o che copra solo una porzione delle spe­se sostenute per il servizio.


Ed è di ieri l’intervento del cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza Episcopale Italiana, che ha ribadito le grosse difficoltà che si profilano per le scuole cattoliche:


c'è preoccupazione soprattutto per la mancanza di contributi; quello che lo Stato sarebbe giusto riconoscesse non tanto agli istituti scolastici, quanto alle famiglie, che hanno diritto a scegliere per i propri figli l'istruzione che ritengono più idonea. Data la mancanza di questo contributo alle famiglie le scuole cattoliche si trovano in grandissima difficoltà. Sarebbe molto grave se dovessero chiudere, sia per i genitori, sia per l'intero sistema scolastico.

In Italia sono 9.371 le scuole cattoliche paritarie e 740 mila gli studenti che le frequentano. Lo Stato stanzia 500 milioni di euro all’anno. Oggi il quotidiano della CEI, Avvenire, ricorda che in Spagna, Francia e Germania funziona diversamente: i governi si fanno carico in modo adeguato quantomeno dei costi del personale e il pagamento di una retta assume davvero un valore simbolico.

Foto © TMNews

  • shares
  • Mail