Debito pubblico in calo a luglio

Debito pubblico bankitalia

Il debito pubblico cala a luglio 2015 secondo i dati comunicati oggi dalla Banca d'Italia nel supplemento "Finanza pubblica, fabbisogno e debito". Il debito delle amministrazioni pubbliche è sceso di 4,5 miliardi rispetto al precedente mese di giugno, a quota 2.199,2 miliardi.

Guardando ai sottosettori, a luglio il debito delle amministrazioni centrali dello Stato è diminuito di 3,5 miliardi, quello delle amministrazioni locali di 1,2 miliardi mentre il debito degli Enti di previdenza è salito di 0,2 miliardi di euro.

Nei primi sette mesi del 2015 però il debito delle Amministrazioni pubbliche è salito di 64,3 miliardi, il fabbisogno complessivo è stato pari a 18 miliardi e le disponibilità liquide del Tesoro sono cresciute di 49,8 miliardi.

La diminuzione del debito a luglio scorso, spiegano i tecnici di Bankitalia, è stata analoga a quella delle disponibilità liquide del Tesoro, pari a 4,7 miliardi, disponibilità che a fine luglio erano uguali a 96,2 miliardi di euro, contro i 109,7 mld di luglio dell'anno scorso.

L'avanzo del mese ha permesso al debito pubblico di scendere per 0,5 miliardi. In senso contrario invece hanno operato la rivalutazione dei titoli di Stato indicizzati all'inflazione, gli scarti di emissione e il leggero deprezzamento dell'euro, per un aumento complessivo pari a 0,7 miliardi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail