Auto, certificato di proprietà digitale da ottobre

certificato proprietà auto digitale

Il certificato cartaceo che attesta la proprietà di un'auto dovrebbe andare in pensione dal 5 ottobre 2015 secondo fonti del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti (Mit) citate dall'agenzia Ansa. La novità si inserisce nel quadro della riforma Madia della pubblica amministrazione, in attesa del decreto legislativo di attuazione che porterà a un documento unico digitale contenente i dati sia di proprietà sia di circolazione della vettura.

Il certificato di proprietà digitale dell'auto è solo il primo passo. La dematerializzazione toccherà tutti i documenti legati agli atti di vendita e ai passaggi di proprietà di autoveicoli fino ad arrivare alla digitalizzazione di tutto l'iter nei prossimi mesi per procedure completamente digitalizzate a cominciare dai nuovi veicoli e quelli che sono oggetto di passaggi di mano.

Nella prima tranche di decreti attuativi della riforma della pubblica amministrazione dovrebbe rientrare anche l'istituzione del libretto unico in sostituzione di quello oggi rilasciato dal Pra (Pubblico registro automobilistico) e gestito dall'Aci e di quello di competenza della Motorizzazione che fa capo al Mit.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail