Ires, Renzi torna a promettere il taglio entro il 2017. Ma a chi sarà rivolto il provvedimento?

Elezioni europee vince Renzi Borsa

Il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, torna a promettere il taglio dell' Ires. Nell'intervista rilasciata questa mattina al quotidiano Repubblica, il premier ha sottolineato che allo studio non c'è solo il taglio della Tasi, ma anche quella sul reddito delle società. Tuttavia precisa: "nel 2017 senz'altro. Nel 2016 qualche altra sorpresa ci sarà e sarà positiva".

In base alle ipotesi che circolano, però, il Governo non sembra ancora avere le idee chiare in materia. I destinatari della riduzione dell'imposta, secondo quanto riportato dall'Ansa giovedì, dovrebbero essere le Pmi del Mezzogiorno. E si dovrebbe passare da una tassazione del 27,5% al 20%, con un costo totale di 450 milioni di euro.

Dopo il rapporto Svimez, questo potrebbe essere il primo provvedimento importante di Renzi a sostegno della dissestata economia del Sud. Tuttavia, restano ancora da risolvere le divergenze con Bruxelles. La Ue, infatti, non si è mostrata solo scettica sul tema dell'alleggerimento della tassazione sugli immobili, ricordando che si dovrebbe prima abbassare il costo del lavoro, ma potrebbe creare problemi anche sull'Ires.

Se il taglio sul reddito delle imprese riguardasse solo il sud, non è detto che l'iniziativa non venga valutata dalla Commissione come aiuto di Stato ad una zona limitata del territorio nazionale. Sulla fiscalità di vantaggio l'Europa si è mostrata molto rigorosa in passato.

Dunque, il governo, a dispetto degli ultimi rumor, potrebbe optare per due soluzioni alternative. La prima sarebbe quella di estendere il taglio a tutte le piccole e medie imprese italiane, ma in questo caso le casse dello Stato ne risentirebbero parecchio. L'altra opzione potrebbe essere quella di diminuire la tassazione solo alle Pmi innovative, ma in questo modo i destinatari del provvedimento diventerebbero molto pochi.

Qualcosa in più si capirà quando la Legge di Stabilità 2016 arriverà in aula.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail