Dirigenti senza concorso all'Agenzia delle Entrate: indaga la Corte dei Conti

agenzia-entrate-dirigenti_illegittimi.jpg

I magistrati della Corte dei Conti, la magistratura contabile, stanno indagando sulla possibile responsabilità erariale connessa alla vicenda dei dirigenti illegittimi dell’Agenzia delle entrate, quelli che ricoprono il ruolo senza aver fatto il concorso e che sono in tutto ben 1.200.

La procura regionale della Corte dei conti della Lombardia ipotizza la responsabilità erariale per i dirigenti "incaricati" del ruolo senza le normali procedure concorsuali richiedendo ora a una delle due direzioni provinciali di Milano gli atti di nomina dei funzionari incaricati di posizioni dirigenziali, appunto senza concorso, poi decaduti a seguito della sentenza della Corte costituzionale numero 37/2015.

Del resto anche il Consiglio di Stato, suprema magistratura amministrativa, con la sentenza numero 4641/2015 ha fatto suo l'orientamento della Consulta.

La fase istruttoria dell'indagine, coordinata dal procuratore regionale della Corte dei conti Antonio Caruso e dal sostituto Luigi D’Angelo, è finalizzata a tracciare le nomine per individuare il possibile responsabile del danno erariale che secondo le norme vigenti non sarebbe il singolo incaricato decaduto ma il dirigente che lo ha nominato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail