FCA: ricavi a 27,5 miliardi nel III trimestre (+17%). Utile Ferrari +94 milioni

Fiat conti terzo trimestre 2015

I ricavi di FCA crescono a due cifre nel terzo trimestre dell'anno, con una netta accelerata della redditività operativa del gruppo italo-americano. L'utile netto adjusted arriva a 303 milioni dai 230 milioni dello stesso periodo del 2014, prima delle rettifiche il risultato del trimestre segna un rosso per 299 milioni di euro.

Sui conti di Fiat Chrysler Automobiles pesano oneri una tantum pari a 602 milioni di euro al netto delle imposte a casa degli accantonamenti, in relazione alle norme in vigore attualmente e per le campagne di richiamo. Ciò nonostante nel terzo trimestre dell'anno in corso la casa automobilistica guidata da Sergio Marchionne, che di recente ha festeggiato il successo del debutto della controllata Ferrari a Wall Streeet, fa segnare un notevole miglioramento del proprio giro d'affari e della marginalità operativa.

I ricavi totali di FCA ammontano a 27,5 miliardi, si tratta del 17% in più rispetto al terzo trimestre del 2014 mentre l'Ebit adjusted sale oltre quota 1,3 miliardi, per una crescita del 35% sull'anno scorso, soprattutto in virtù delle immatricolazioni di vetture nell'area Nafta per risultato operativo più che raddoppiato a 1,18 miliardi di euro.

Ma Fca registra risultati lusinghieri anche nel mercato europeo per i ricavi che si portano a 4,6 miliardi con un Ebit (risultato ante oneri finanziari e imposte) positivo per 20 milioni rispetto alla perdita di 59 milioni registrata nel terzo trimestre dell'anno scorso. Tornando a Ferrari, il marchio del cavallino rampante ha chiuso il terzo trimestre 2015 con un utile netto di 94 milioni di euro, +62% sullo stesso periodo del 2014, con ricavi netti aumentati del 9%, a 723 milioni di euro. Per il 2015 sono attesi ricavi per 2,8 miliardi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail