Tasi cancellata per i separati?

via tasi per separati

Via la Tasi sulla prima casa anche per i separati, proprietari dell’abitazione lasciata all’ex coniuge: la misura è allo studio di governo e maggioranza parlamentare nel dibattito che sta accompagnando il ddl stabilità alle camere. Tra le possibili novità anche la proposta di esentare dalle tasse sulla casa le seconde abitazioni date in comodato d’uso ai parenti di primo grado.

Tra gli emendamenti al testo della manovra 2016 anche quello che prevede lo sconto (con un tetto massimo dell’aliquota al 4 per mille) su Imu e Tasi per chi decide di dare in affitto un immobile a canone concordato, proposta questa che troverebbe d’accordo maggioranza e opposizione. A presentare questo emendamento alla Legge di stabilità alcuni senatori di Ap in relazione alle:

"abitazioni concesse in comodato d'uso gratuito ad altri componenti del nucleo familiare del proprietario dell'immobile legati da vincolo di parentela in qualità di ascendenti o discendenti in linea retta, purché residenti nella medesima abitazione".

Sono quasi 400 gli emendamenti selezionati per la discussione in aula dalla Commissione Bilancio del Senato; oltre alla cancellazione di Imu e Tasi sulla casa concessa in comodato ai figli, o su quelle dei separati proprietari che la lasciano all’ex coniuge, ci sarebbe margine anche per rafforzare gli incentivi alle imprese nel Sud.

L’emendamento che vuole eliminare la tassa sulla prima casa per i coniugi separati costretti a lasciare all'ex coniuge l'abitazione, della quale di fatto i primi non hanno più il possesso, è stata presentata dal Pd per sanare la questione dei separati che vivendo in affitto risultano proprietari di una seconda casa.

  • shares
  • Mail