Pensioni, Brunetta chiede le dimissioni di Boeri: "si dia alla politica"

brunetta chiede dimissioni boeri

Il capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati Renato Brunetta chiede le dimissioni del presidente Inps Tito Boeri, "reo" di essere troppo attivo con le sue proposte di riforma del sistema pensionistico, soprattutto quando parla di intervenire sulle pensioni d'oro e su quelle alte percepite anche da chi ha versato pochi contributi, alla faccia di chi deve lavorare una vita per prendere un assegno previdenziale che basta a stento ad arrivare a fine mese.

Che Tito Boeri fosse un presuntuoso lo abbiamo sempre saputo. Col passare del tempo ci eravamo accorti anche della sua crescente irresponsabilità. Non avremmo, mai sospettato, però, che un intellettuale del suo rango si rivelasse pure un banale populista. È un problema, non solo per il governo, responsabile della sua nomina, che un personaggio con tali caratteristiche sieda, in totale solitudine, al vertice del più importante ente previdenziale europeo (e forse del mondo), e, da tale posizione si comporti come un ayatollah delle pensioni che manda la sua fatwa contro coloro che a suo avviso non sarebbero in regola con il modello pensionistico che ha in testa

dice Brunetta, che aggiunge:

Boeri non è più compatibile con il ruolo di presidente dell'Inps. Tolga il disturbo al più presto, si dimetta e magari si dia alla politica, se tiene tanto a fare il ministro del Lavoro e del Welfare

si legge ancora nella nota diffusa dal presidente dei deputati di Forza Italia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail