La rivolta dei cittadini contro i ritardi di treni e pendolini

Montparnasse Station Parigi - Francoforte in meno di quattro ore….Milano - Firenze dalle 4 alle 8 ore. Mentre un binario ad alta velocità accorcia le distanze tra Francia e Germania proprio nel cuore dell’Europa e la Spagna si appresta a salire sul treno dell’invetimento infrastrutturale con la Alta velocidad espanola (v. articolo), in Italia continuano ad aumentare i prezzi dei biglietti per treni-pachiderma senza alcuna miglioria sul servizio offerto.

A difesa delle “ferrovie del Cittadino” si erge il Movimento Consumatori con una agguerrita campagna dal titolo significativo “Diritti sui Binari”.

“In un mare magnum di ritardi e di disagi – spiega Monica Multari del Movimento Consumatori - l’associazione intende essere un valido sostegno per i cittadini che vogliono far valere le proprie ragioni di viaggiatori. Spesso, infatti – prosegue la Multari - chi sceglie le ferrovie per i propri spostamenti, in caso di disservizi non sa a chi rivolgersi per denunciarli o addirittura non sa quali siano i propri diritti e come esercitarli. L’idea della campagna nasce, quindi, dalla necessità di informare, di seguire e di indirizzare in maniera semplice e chiara, i consumatori sulla strada di quel che è giusto richiedere e pretendere da chi offre un servizio a pagamento: dalla puntualità all’igiene, dalla climatizzazione alla sicurezza dei convogli”.

“L’iniziativa comporta l’attivazione dell’associazione su diversi fronti – ha aggiunto Lorenzo Miozzi, presidente del Movimento Consumatori - da una parte è prevista un’azione di sensibilizzazione e di informazione rivolta ai consumatori attraverso la distribuzione di materiale sull’argomento e l’elaborazione di strumenti che permettano ai cittadini di far sentire la propria voce, dall’altra MC si concentrerà sull’approfondimento e sullo studio della normativa di settore per l’individuazione degli strumenti legali opportuni per richiedere il rispetto dei diritti dei viaggiatori, fino alla sensibilizzazione dei media e delle istituzioni competenti”.

Numerosi e multicanale i servizi proposti a difesa dei cittadini-viaggiatori:


  • un filo diretto con l’associazione attraverso il numero verde 800.774.770 (attivo dal martedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00);
  • l’indirizzo di posta elettronica osservatorio.treni@movimentoconsumatori.it per segnalare la violazione dei diritti dei viaggiatori in treno;

  • strumenti di informazione sulla normativa di settore;

  • un’azione di monitoraggio sui ritardi dei treni;

  • lo sviluppo di una rete di cittadini attiva e consapevole dei propri diritti attraverso il coinvolgimento dei comitati pendolari, di associazioni e singoli viaggiatori.

On line, sul sito dell’associazione www.movimentoconsumatori.it , nella sezione dedicata all’iniziativa, gli utenti possono aderire alla petizione sui rimborsi in denaro al posto dei bonus, saperne di più grazie ad una serie di FAQ selezionate da esperti del settore, trovare un elenco di link utili e tutte le informazioni sulla campagna.

Insomma mentre il resto del mondo si muove ad alta velocità noi rimaniamo come sempre immobili sui nostri disservizi!

  • shares
  • Mail