Carburanti: prezzi di benzina e diesel in calo

C’è voluto l’ultimo calo delle quotazioni internazionali, il quarto consecutivo, per far scendere un po’ il listino dei carburanti, con il prezzo medio della benzina in modalità servito che oggi è a 1,798 euro al litro secondo il monitoraggio di Staffetta quotidiana. Il prezzo medio del gasolio è a 1,759 euro al litro e il gpl è fermo a 0,864 centesimi al litro.

Ad aprire ai ribassi del weekend dell’Immacolata, il market leader Eni, che per la prima volta da luglio, ha portato il prezzo consigliato della verde sotto quota 1,80 euro al litro, seguito a ruota da Tamoil e Shell. E si potranno registrare ulteriori ribassi a livello di prezzi praticati anche per l’effetto traino delle no logo, specie sulla benzina.

Andando più in dettaglio a livello Paese, il prezzo medio consigliato della benzina in modalità servito è a 1,798 euro al litro (-0,5 centesimi), il diesel a 1,759 euro al litro (-0,6 centesimi), il Gpl a 0,864 euro/litro. Il metano auto è invece in lieve salita a 0,990 euro/kg (+0,1 centesimi).


Eni secondo SQ ribassa di un centesimo sia sulla benzina che sul gasolio, come Tamoil, fa meglio Shell con -2 centesimi su entrambi i prodotti. Parlando di punte di prezzo la benzina fa registrare il picco a 1,877 euro al litro, il gasolio a 1,796 euro al litro, il gpl a 0,924 euro. Le medie nazionali si attestano a 1,812 euro al litro per la benzina, 1,758 per il gasolio e 0,876 centesimi di euro al litro per il gpl.

Intanto sullo sciopero dei benzinai, almeno fino a oggi, non c’è stato nessun ripensamento, rimane confermato per i giorni del 12 e 13 dicembre prossimi sulla rete ordinaria e autostradale.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail