Fitch taglia il rating del Brasile a BB+ (Junck)

taglio rating brasile

L'agenzia di rating Fitch ha declassato il rating del Brasile, da BBB- a BB+ portando il giudizio sul debito sovrano del paese dal raggruppamento di affidabilità creditizia, investment grade, alle categoria "junck", spazzatura. Inoltre l'agenzia ha comunicato che l'outlook, le prospettive di medio periodo del rating (due anni), restano negative, quindi potrebbero esserci ulteriori tagli.

Il declassamento è spiegato da Fitch con la recessione più grave del previsto, i peggioramenti di bilancio continui e l'incertezza politica, tutti fattori che potrebbero "minare" ancora la capacità del governo di mettere in atto le misure necessarie a stabilizzare il debito pubblico crescente.

Con il Brasile passato nell'arco di pochi anni dal boom economico alla crisi profonda, già da tempo la presidente Dilma Roussef subisce da più parti pressioni per lasciare, con l'ipotesi di una procedura di estromissione nei suoi riguardi che potrebbe diventare realtà. La settimana scorsa anche Standard & Poor's aveva portato il rating del Brasile a livello spazzatura mente Moody's ha avviato la procedura di revisione di recente.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail