Sanità: concorsi a marzo 2016, 6mila assunzioni

Assunzioni con contratti flessibili nella sanità a partire dall‘1 gennaio 2016. Le regioni potranno assumere a tempo in via straordinaria anche per rispondere a situazioni di necessità legate al taglio degli orari di lavoro (il monte ore massimo settimanale è sceso da 60 a 48 ore) per uniformare la sanità italiana alle regole Ue. In attesa dei concorsi.

Il ministro della salute Beatrice Lorenzin ha parlato delle novità contenute nella Legge di Stabilità:

Nel mese di marzo sulla base dei fabbisogni comunicati dalle Regioni saranno indetti i concorsi per le assunzioni a tempo indeterminato di medici e infermieri di cui un 50% sarà riservato alla stabilizzazione dei precari.

I concorsi termineranno il loro iter entro la fine del 2017. Lorenzin ha poi spiegato, come riporta ItaliaOggi, che sono stati vincolati 800 milioni del fondo sanitario per i Lea (Livelli essenziali di assistenza), in vigore entro fine febbraio 2016 e che è stata istituita una:

commissione nazionale per l’aggiornamento dei Lea e per l’appropriatezza del Servizio sanitario nazionale. Così avremo chiari gli obiettivi da raggiungere, anche sotto il profilo economico.

Per le assunzioni del personale sanitario, il ministero parla di 329 milioni di euro per 6mila assunzioni, per il 50% di medici e per l’altra metà di infermieri.

Solo quando avremo dalle regioni l’analisi dei fabbisogni, capiremo di quanto personale hanno effettivamente bisogno. Dalle prime indicazioni ricevute pensiamo che potrebbero servire anche meno di 329 milioni. La copertura di queste risorse dovrà avvenire con risparmi di spesa

ha aggiunto Lorenzin. Tra le altre misure previste dalla Legge di stabilità quella che prevede la decadenza dell’intero management di ospedali e case di ricovero/cura in deficit o in piano di rientro che non avranno i conti in regola da qui a tre anni.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail