Clienti truffati dalle banche: Renzi, rimborsi affidati a Cantone (Anac)

truffati-da-banche-anac-cantone.jpg

"Sarà Cantone a vigilare sui rimborsi": con queste parole il premier Matteo Renzi annuncia che l'ex magistrato Raffaele Cantone, a capo dell'Anac, l'Autorità Anticorruzione, gestirà gli arbitrati e quindi deciderà sui rimborsi per i clienti truffati dalle quattro banche salvate dal governo per decreto (Banca Popolare dell'Etruria, Carichieti, Banca delle Marche, Cassa di risparmio di Ferrara).

L'Anac stabilirà quali obbligazionisti titolari di bond subordinati sono stati tratti in inganno dalla banche fallite e salvate anche sulle loro spalle. In un'intervista al Tg5 Renzi ha rassicurato:

"Nelle prossime ore faremo tutto il possibile affinché chi è stato truffato possa avere i soldi. Non è il momento delle polemiche: meno male che abbiamo fatto il decreto. Le critiche al governo sono davvero incomprensibili perché abbiamo salvato un milione di persone (i correntisti, Ndr)."

Renzi ha continuato dicendo che le regole che ci sono e che non hanno permesso di salvare gli obbligazionisti no le ha fatte il suo governo. Il presidente del Consiglio evidentemente preoccupato dai riflessi in termini di consenso della vicenda banche salvate, parla di un atteggiamento dell'esecutivo di "massimo rigore, chiarezza e trasparenza".

Per i rimborsi è stato previsto un fondo di solidarietà da 100 milioni per chi ha investito in obbligazioni subordinate delle 4 banche in default, rimborsi da gestire appunto tramite un arbitrato caso per caso affidato all'Anac di Cantone.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail