Bollette, tariffe e spesa +551 euro: tutti i rincari del 2016

aumenti e rincari 2016

Il Codacons avverte: con il 2016 è in arrivo una nuova stangata per le famiglie italiane che per spesa e bollette dovranno sborsare 551 euro in più rispetto al 2015. I calcoli tengono conto della prevista ripresa dell'inflazione, con i prezzi al dettaglio che peseranno per 298 euro in più, 189 solo per la spesa alimentare.

Ma ci saranno rialzi dei prezzi anche nel settore della ristorazione, +26 euro sui 12 mesi precedenti, e saliranno al contempo tariffe per la raccolta dei rifiuti, per l'acqua, i trasporti e i servizi di banche e Poste.

In realtà a fronte di significativi aumenti per alcuni settori, si registreranno nel corso del 2016 anche delle diminuzioni di spesa. Nello specifico, la ripresa dell'inflazione - che secondo gli analisti dovrebbe attestarsi attorno all'1% nel prossimo anno - porterà le famiglie a spendere 298 euro in più per effetto della crescita dei prezzi al dettaglio

spiega l'associazione dei consumatori.

Più in dettaglio le tariffe per la raccolta rifiuti e i servizi idrici aumenteranno di 137 euro a famiglia su base annua. Per i trasporti - aerei, treni, traghetti, mezzi pubblici e taxi -, ogni nucleo familiare tipo spenderà in più 44 euro, mentre viaggiare sulle autostrade costerà 27 euro in più. Per i servizi bancari saranno 18 euro in più rispetto al 2015, 9 in più per i servizi postali.

Sul fonte delle bollette se è vero che le basse quotazioni internazionali del petrolio previste stabili o addirittura in discesa nel 2016 dovrebbero portare benefici, d'altro canto il nuovo sistema tariffario sulle bollette della luce varato dall'Autorità per l'energia, porterà a rincari per una larga fetta di popolazione.

Fare il pieno di benzina potrebbe costare nel 2016 68 euro in meno rispetto al 2015, ma solo se le quotazioni del petrolio rimarranno su questi livelli e senza l'introduzione di nuove tasse sui carburanti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail