Fatturato industria in calo e ordini in aumento

fatturato industria 2015

Dati in chiaroscuro dalla produzione industriale italiana con il fatturato che registra un nuovo calo e gli ordini che vanno decisamente meglio, secondo i dati Istat diffusi oggi. A novembre 2015 il fatturato dell'industria, al netto dei fattori stagionali, diminuisce dell'1,1% mensile con identiche variazioni sul mercato interno e su quello estero.

Su base annua il dato corretto per gli effetti di calendario (21 giorni lavorativi conto i 20 di novembre 2014) mostra un fatturato totale aumentato dello 0,8% (+2,2% al netto dell'energia), con incrementi dello 0,5% sul mercato interno e dell'1,1% su quello estero, con il rallentamento dei mercati globali che di certo fa la sua parte. Gli ordini, sempre a novembre scorso, salgono su base congiunturale dell’1,6% come sintesi di un aumento del 4,4% degli ordinativi interni e un calo del 2,5% di quelli esteri.

Su base tendenziale l’indice grezzo degli ordinativi cresce del 12,1% con l’aumento più consistente nella fabbricazione di prodotti di elettronica, +157,1%: un boom ascrivibile alle importanti commesse nella fabbricazione di strumenti di misurazione e navigazione. Consistente anche l'apporto dell'industria dell'auto per un fatturato annuo che sale, secondo dati grezzi, del 19,3%, e gli ordini del 18,5%. Nei primi undici mesi del 2015 il fatturato segna una crescita dell'1,1% rispetto allo stesso periodo del 2014 mente gli ordinativi aumentano del 5,5%.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail