Prezzi benzina ancora in calo dopo nuovi minimi petrolio

prezzo petrolio previsioni

Prezzi dei carburanti ancora in calo per benzina e Gpl, mentre è stabile il diesel. Oggi, alla vigilia del weekend, il market leader Eni ha dato il via ai nuovi ribassi, per la terza volta dall’inizio di febbraio. Ieri sui mercati internazionali il prezzo del petrolio era sceso ai nuovi minimi da 12 anni (Wti in area 26 dollari) mentre i prezzi dei prodotti raffinati sono risultati poco mossi. In Mediterraneo alla chiusura di ieri, la benzina era a 228 euro per 1.000 litri (-2) e il diesel a 220 euro per 1.000 litri (+3) secondo valori arrotondati.

Stando alla rilevazione di Staffetta Quotidiana stamattina Eni ha tagliato i prezzi consigliati della benzina di 1,5 centesimi al litro. Esso ha ridotto dello stesso importo il prezzo sia della verde che del diesel mentre IP ha diminuito di 0,5 centesimi i prezzi di benzina, gasolio e Gpl.

Le medie dei prezzi praticati in modalità self rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 12mila impianti e comunicati all’Osservaprezzi del Mise mostrano la benzina a 1,391 euro al litro (-0,3 centesimi) con le pompe bianche non oltre 1,369, e il diesel a 1,191 euro al litro (invariato sugli impianti colorati) e 1,167 euro presso i no-logo.

In modalità servito invece la benzina si attesta a 1,481 euro al litro (-0,2 centesimi), pompe bianche a 1,404, e il gasolio a 1,283 euro al litro (stabile), no-logo a 1,204. Il Gpl oscilla tra 0,551 euro al litro (-0,2 cent), pompe bianche a 0,539 euro al litro, mentre il prezzo del metano è pari a 0,984 euro/kg (+0,1 cent), no-logo a 0,977.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail