Debito pubblico in aumento nel 2015

aumento Debito pubblico Italia 2015

Debito pubblico 2015 in aumento rispetto all'anno precedente. A fine dicembre scorso Bankitalia comunica che il debito delle amministrazioni pubbliche italiane si è portato a quota 2.169,9 miliardi per un crescita di 33,8 miliardi rispetto a fine 2014, quando il debito era pari a 2.136 miliardi, al 132,4% del prodotto interno lordo.

Nel dettaglio il debito delle amministrazioni centrali è cresciuto di 40,5 miliardi, a quota 2.077,5 miliardi, quello delle amministrazioni locali è sceso di 6,6 miliardi, a quota 92,3 mld e il debito degli Enti di previdenza si è contratto di 0,1 miliardi. Palazzo Koch diffonde oggi i dati nel suo supplemento "Finanza pubblica, fabbisogno e debito". Al 31 dicembre 2015 il debito pubblico risultava invece in calo su base mensile, a novembre si era infatti attestato a 2.212 miliardi.

L'aumento del debito 2015 di 33,8 miliardi è stato inferiore al fabbisogno delle pubbliche amministrazioni, pari a 49,3 miliardi, vista la diminuzione di 10,7 miliardi delle disponibilità liquide del Tesoro (35,7 miliardi a fine 2015), degli scarti e dei premi di emissione che hanno ridotto il debito per 5,1 miliardi. Le variazioni dei cambi invece hanno fatto salire il debito di 0,3 miliardi di euro.

In deciso aumento anche le entrate tributarie 2015. A fine dicembre queste sono state pari a 433.483 milioni di euro, in salita del 6,4% dai 407.579 milioni dello stesso mese del 2014. Soltanto a dicembre le entrate tributarie sono state uguali a 80.144 milioni di euro, in aumento di quasi 12 milioni dai 68.525 mln di dicembre 2014.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail