Borse di Londra e Francoforte studiano fusione

Le Borse di Londra e Francoforte verso la fusione? Il London Stock Exchange, di cui fa parte anche Borsa Italiana, e Deutsche Boerse hanno annunciato di aver avviato colloqui per una possibole "fusione fra eguali" che porterebbe alla creazione della più grande Borsa d'Europa, in grado di competere con i mercati Usa, come il Cme Group di Chicago e l'Intercontinental Exchange, e l'Hong Kong Exchanges and Clearing. Nel 2004 un'analoga trattativa per una fusione tra le due maggiori borse Ue finì nel nulla per volontà britannica.

Mentre imperversano le polemiche sulla possibile Brexit, l'uscita del Regno unito dall'Unione europea, si fanno prove di unione finanziaria tra la City e la borsa tedesca. Il 23 giugno prossimo gli inglesi dovranno decidere, partecipando all'apposito referendum interno, se il loro Paese resterà o meno in Europa.

La potenziale fusione tra le due due Borse, oggi Londra è il maggior mercato continentale, è forse una specie di via d'uscita per il mercato londinese se l'UK dovesse uscire dall'Ue? Sembrerebbe così, o almeno così la vedono alcuni politici tedeschi, a giudicare dalla parole dette a Bloomberg, e riportate dall'Ansa, dal presidente della commissione finanze del parlamento tedesco:

"Non appoggerò una fusione che ha lo scopo di essere un salvagente per la City londinese nel caso di una Brexit"

Se il matrimonio si farà gli azionisti del London Stock Exchange (Lse) otterrebbero il 45,6% del nuovo gruppo, quelli della Borsa di Francoforte il 54,4%. In base allo schema di accordo preliminare agli azionisti del Lse andranno 0,4421 nuove azioni per ognuna posseduta, a quelli di Deutsche Boerse un'azione per ognuna posseduta.

Sia chiaro che in ogni caso l'operazione "dovrà avere il via libera dalle autorità di regolamentazione" spiegano le due società. La fusione offrirebbe, secondo i vertici dei due marcata azionari "opportunità di crescita" con "benefici significativi ai clienti".

Le principali attività dei due mercati proseguirebbero nelle contrattazioni con gli attuali brand. Al mercato l'idea piace. Stamattina è rally per i titoli delle due società di Borsa: +18% per la City e +8% per Deutsche Boerse.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail