Crisi e perdita del potere d’acquisto: le regioni più colpite

crisi potere d'acquisto consumi

Gli anni della crisi economica hanno azzerato il Pil dell’Italia (tornato timidamente a crescere solo nel 2015 dopo 3 anni recessione) incidendo in modo pesante sul reddito dei cittadini, quindi sulla loro capacità d’acquisto. Secondo i dati Eurostat che calcolano l’impatto della recessione sul Pil pro-capite degli italiani, fra 2008 e il 2014 questo risulta in calo del 4%, di 1.000 euro a testa, scendendo da 27.600 euro a 26.500 euro l'anno. Nel resto dell'Unione europea invece in media nello stesso periodo c’è stata una crescita del 5,7%, da 26.000 a 27.500 euro.

Su quali regioni la crisi ha gravato maggiormente? Secondo l'ufficio di statistica dell'Ue nel Lazio gli abitanti hanno perso 2.500 euro a testa (-7,33% a 31.600 euro) ma è l'Umbria ad aver risentito di più degli effetti della crisi per un reddito sceso dell'8,37%, a 24.100 euro l'anno. In Puglia invece c’è stato un aumento del reddito medio procapite dello 0,4%, da 17.300 a 17.400 euro. Al terzo posto la Campania (-7,7%). A fare un balzo verso avanti solo aree e regioni a statuto speciale, la Provincia autonoma di Bolzano e la Valle d'Aosta, con un +3,4% (+1.200, da 35.500 a 36.700).

Rispetto alla media europea gli italiani tra il 2008 e 2014 hanno perso qualcosa come dieci punti di potere d’acquisto, l'Italia è scesa da quota 105 a quota 96, sotto la media dell’Ue a 28. Il Lazio ha perso 6 punti (da 130 a 114), la Liguria 14 punti (da 118 a 104), il Piemonte 13 (da 113 a 100), la Lombardia 12 (da 138 a 126), il Friuli Venezia Giulia 11 (da 112 a 101), l’Emilia Romagna 10 (da 127 a 117) come le Marche (da 102 a 92), il Veneto 8 (da 108 a 100) rimanendo comunque al di sopra della media Ue, la Toscana 6, scesa da 110 a 104 (pure sopra la media Ue).

Nel Mezzogiorno la Campania da 70 è passata a 61, la Calabria da 65 a 59 punti, la Sicilia da 69 a 62, la Puglia da 66 a 63, la Basilicata da 75 a 69, il Molise da 81 a 75 e la Sardegna da 78 a 72.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail