Inps: richieste di indennità di disoccupazione diminuite del 32,3%

I dati dell’Osservatorio sulla cassa integrazione Inps.

Inps dati su richieste cassa integrazione

A gennaio 2016, rispetto a gennaio 2015, c’è stata una diminuzione delle richieste di indennità di disoccupazione del 32,3%: si è passati da 219.037 richieste di un anno fa a 148.185. Invece rispetto a dicembre 2015, quando le domande sono state 149.531, il calo è stato dello 0,9%.

Occorre considerare un dato importante: solitamente gennaio e luglio sono i mesi in cui le domande di disoccupazione sono in numero maggiore in quanto seguono i mesi, rispettivamente di dicembre e giugno, in cui si concludono i contratti a termine. Ricordiamo anche che l’indennità di disoccupazione può essere richieste solo in caso di perdita involontaria del posto di lavoro, quindi non per dimissioni i risoluzione consensuale del contratto: questo significa che se sono diminuite le richieste di indennità di disoccupazione è perché sono diminuiti i licenziamenti ed è dunque probabile che si tratti di un effetto degli incentivi sulle assunzioni a tempo indeterminato che rendono meno conveniente licenziare le persone assunte con gli sgravi contributivi.

Per quanto riguarda le ore di cassa integrazione, a febbraio 2016 l’Inps ne ha autorizzata 60,1 milioni con un aumento del 5,5% rispetto a gennaio e dell’1,9% rispetto a febbraio 2015. Per il 71% delle ore, ossia per 43.205.825 ore, si tratta di cassa integrazione straordinaria, che ha però registrato una diminuzione del 9,3% rispetto a gennaio e un aumento dell’11,2% rispetto a febbraio 2015. Sempre a febbraio 2016, la Cig ordinaria ha registrato un aumento del 243% rispetto al mese precedente (9,8 milioni di ore), ma una diminuzione del 41,7% rispetto a un anno prima. Infine, per la Cig in deroga le richieste sono state di 7,1 milioni di ore, ossia +115% rispetto a un anno prima e 10,2% rispetto al mese precedente.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail