Rimborsi diretti per i contribuenti

rimborsi diretti agenzia entrate

Buone notizie in arrivo dall’Agenzia delle entrate. Parte il rimborso d’ufficio e diretto dei crediti d’imposta dimenticati dai contribuenti, ciò significa che l’amministrazione rimborserà di propria iniziativa i crediti non dichiarati dai contribuenti e che emergono dalla liquidazione delle dichiarazioni. Come riporta ItaliaOggi sono esclusi dalla misura i crediti delle società, dei soggetti Iva e le dichiarazioni precompilate.

Fino a oggi il contribuente destinatario della comunicazione centralizzata doveva andare in un ufficio dell’Agenzia per la verifica dell’effettività del maggior credito e per stabilire le modalità di rimborso. La novità si inserisce nel quadro della perseguita razionalizzazione e semplificazione delle procedure nonché per alleggerire gli oneri sostenuti sia dai contribuenti sia dagli uffici.

In soldoni l’agenzia delle Entrate riconoscerà direttamente in sede centrale il maggior credito liquidato a favore del contribuente dopo i controlli automatici (art. 36-bis del dpr 600/73 e 54-bis del dpr 633/72). Il tutto è stato anticipato da una sperimentazione su 150mila dichiarazioni dell’anno d’imposta 2013.

Operativamente parlando visto che i maggiori crediti riscontrati sono relativi alle dichiarazioni del 2014 (eccedenza di credito non riportata dall’anno prima) i rimborsi saranno erogati con riferimento all’anno d’imposta 2014, anche se il rionoscimento del credito e la sua conversione in rimborso sono riferibili alle dichiarazioni 2013.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail