Fisco, in due anni 7 miliardi di euro di tasse locali in più

tasse italia ue
Le imposte e le tasse locali sono aumentate di 7 miliardi di euro fra il 2013 e il 2015, con un incremento percentuale del 16,7% in più. Se si sommano le addizionali regionali e comunali Irpef, l’Imu, la Tasi e la Tari l’incasso è stato di oltre 49 miliardi a fronte dei 42 miliardi del 2013.

Nel giro di due anni la spesa in tasse locali di una famiglia tipo è cresciuta di 308 euro con una spesa media di 1969 euro. A compiere questo calcolo è stata la Uil che ha preso come parametro di riferimento una famiglia con un reddito da 24mila euro e una casa di 80 metri quadrati e una piccola seconda casa ereditata.

L’esborso medio dell’Imu è stato, su scala nazionale, di 937 euro con punte di 1.386 euro a Roma e 1.220 a Milano. La Tasi costa 191 euro medi pro capite.

Nello specifico ecco quali sono stati i vari gettiti fiscali nel 2015: 19,8 miliardi di euro per gli immobili diversi dalla prima casa, 3,7 miliardi di euro per la prima casa, 12,8 miliardi di euro per le addizionali regionali Irpef, 4,5 miliardi per l’Irpef Comunale e 8,2 miliardi per la tassa rifiuti.

Secondo la Uil fra i più tartassati dal fisco “renziano” ci sono i lavoratori dipendenti e i pensionati che hanno dovuto fare i conti con un aumento del 18,5% delle buste paga e dei cedolini pensione.

Via | TgCom

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail