Borse in calo dopo gli attentati di Bruxelles

borsa milano

Le borse europee sono in rosso dopo gli attentati di oggi nell'aeroporto e nella metropolitana di Bruxelles con tutti i maggiori mercati Ue che dopo un avvio comunque debole girano in calo, con gli investitori che sono intenti a spostare i loro soldi sui beni rifugio, oro su tutti, che mostra infatti un balzo del suo valore. Il prezzo dell’oro sale dello 0,4% stamattina sui mercati internazionali, a 1.248,20 dollari l'oncia, per un progresso da inizio 2016 del 18%.

A Piazza Affari la flessione è a metà mattinata è dello 0,8%, un po’ meglio le borse di Francoforte (-0,5%), Londra (-0,2%) e Parigi (-0,3%) mentre Bruxelles non tracolla e fa segnare un -0,3%. Le vendite riguardano soprattutto i titoli delle compagnie aeree. La borsa di Tokyo stamattina aveva chiuso in rialzo, con il Nikkei rimbalzato a +1,94% dopo quattro chiusure negative di fila.

In Cina la borsa di Shanghai ha archiviato la seduta in calo dello -0,644 dopo un serie di chiusure con il segno più, in scia al paventato aumento del costo del denaro in Usa, possibilità che alcuni governatori falchi della Fed ipotizzano con relativa decisone già dal board di aprile.

A Piazza Affari resta alta l’attenzione sulle trattative sulla fusione tra Bpm e Banco Popolare e sull'evolversi della situazione ai vertici di Telecom, dopo le dimissioni dell'ad di Marco Patuano. Sul mercato secondario lo spread tra Btp e Bund tedeschi sale in area 105 punti base, con il tasso del decennale del Tesoro che cresce fino all'1,25%.

Il cambio euro-dollaro è in flessione, con la valuta unica europa scambiata a 1,12 dollari. Il petrolio è invece in rialzo dopo che l'Opec ha fatto sapere di aspettarsi un modesto rimbalzo dei prezzi: secondo il segretario generale del cartello dei produttori il ribasso delle quotazioni del greggio ha ormai "toccato il fondo". Sui mercati asiatici i future sul Light crude salgono di 18 centesimi, a 41,70 dollari al barile, e quelli sul Brent aumentano pure di 18 cent a 41,72 dollari.

  • shares
  • Mail