Concorso a cattedra: 165mila domande per 63mila posti

soglie isee borse di studio giannini

Aggiornamento ore 12.00 - Il Tar del Lazio ha emesso un provvedimento d'urgenza con cui permette con riserva di presentare domanda a centinaia se non migliaia di aspiranti candidati esclusi dal concorso scuola 2016 e che non hanno potuto presentare la domanda su Istanze Oline. I ricorsi riguardano diverse categorie, dai dottori di ricerca, ai diplomati magistrali a indirizzo sperimentale linguistico fino ai neolaureati, spiega RaiNews24. Il Tribunale amministrativo regionale del Lazio ha accolto con riserva i ricorsi in base al principio della “massima partecipazione a un concorso pubblico”. Ora si attende il 12 aprile quando in Gazzetta Ufficiale saranno pubblicate le date della prova scritta, che si svolgerà al computer con 150 minuti di tempo per rispondere a 6 domande a risposta aperta e 2 a risposta chiuse in lingua straniera.

Sono 165.578 le domande presentate per il concorso a cattedra 2016 a fronte di posti disponibili per 63.712 aspiranti professori. La procedura concorsuale, che prevede tre bandi, era stato indetta il 26 febbraio scorso e i candidati hanno avuto un mese di tempo, dal 29 febbraio fino alle 14 di ieri, per inviare su "Istanze Online" la domanda.

I bandi sono uno per la scuola dell'infanzia e la primaria, uno per la scuola secondaria di I e II grado e, novità assoluta, c'è anche un un bando specifico per il sostegno. L'Ufficio scolastico regionale che ha ricevuto più domande è quello della Campania (24.125), seguito dall'Usr di Lombardia (22.630), Sicilia (17.725) e Lazio (16.191).

L'85,2% delle domande è stato inoltrato da donne, percentuale che arriva al 95,6% se si considera solo il bando della primaria e dell'infanzia e al 91,7% per il sostegno, mentre scende al 66,6% per la scuola secondaria di I e II grado. Il 63,1% delle domande è stato presentato da candidati under 40 e l'età media generale è pari 38,6 anni.

L'alta adesione al concorso, la numerosa presenza di giovani dimostra che siamo sulla strada giusta

secondo il ministro Stefania Giannini.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail