Amministratore di condominio anche senza incarico

amministratore condominio casa

Si può amministrare un condominio anche senza un incarico formale sempre che si sia in assenza della delibera assembleare di nomina dell’amministratore e perciò anche dell’annotazione delle generalità del medesimo nell’apposito registro, secondo quanto previsto dall’articolo 1130, comma 1, n. 7, del Codice Civile. A spiegare il nuovo orientamento è ItaliaOggi a seguito della sentenza n. 2242 della seconda sezione civile della Corte di Cassazione, depositata il 4 febbraio scorso.

Decisione che, aggiunge il quotidiano economico-giuridico, arriva proprio mentre "più ferve il dibattito sulla durata del mandato dell’amministratore condominiale a seguito della nuova disposizione introdotta dalla legge n. 220/2012 di riforma del condominio e potrebbe aggiungere ulteriori elementi di riflessione”

L’amministratore di condominio “informale” è da considerare in carica per tacito rinnovo del mandato, se risulta un comportamento concludente da parte dei condomini, i quali lo ritengono a tutti gli effetti il loro amministratore: si rivolgono solitamente a lui per questioni condominiali senza metterne mai in discussione le funzioni di gestione e la rappresentanza del condominio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail