Canone Rai in bolletta bocciato dal Consiglio di Stato: e adesso?

canone rai 2016

Dopo le criticità rilevate dal Consiglio di Stato sul decreto che istituisce il pagamento del canone Rai in bolletta elettrica (da luglio 2016 in poi) "credo che ci siano le condizioni per fare un decreto migliorato da tutti i punti di vista, sia cogliendo il nostro parere sia quello del Consiglio di Stato" dice all'Adnkronos è il presidente dell'Autorità per l'Energia Guido Bortoni che ha partecipato a un convegno organizzato da Confservizi.

La prima rata dal canone in bolletta, sono previste 10 rate da 10 euro all'anno, rischia quindi di saltare? "Il parere interlocutorio del Consiglio di Stato è arrivato. Noi non siamo destinatari del parere ma il ministero dello Sviluppo economico. Penso che le osservazioni il ministero le potrà trattare tranquillamente e accogliere nel proprio decreto. Noi per quanto ci riguarda abbiamo rilasciato tempo fa il nostro parere. Avevamo un unico obiettivo, che il canone Rai non fosse una voce della bolletta elettrica, e questo non lo è, ma è l'esazione di una tassa, di un canone, contestuale alla bolletta elettrica e questo era il nostro obiettivo" aggiuge Bortoni.

L'associazione dei consumatori Codacons intanto ha lanciato una petizione online per convincere il governo a fare dietrofront sull'inserimento del canone Rai nella bolletta della luce, visto come "una imposizione insensata e lesiva dei diritti degli utenti" afferma il presidente dell'associazione Carlo Rienzi secondo cui i dubbi in merito sono decisamente troppi: dalle modalità di riscossione, alle esenzioni, agli obblighi per gli utenti connessi alla nuova misura. Senza contare "la mancanza di informazioni certe per i cittadini, oltre alle criticità certificate dallo stesso Consiglio di Stato”. Il Codacons ha anche inviato una diffida al governo, i consumatori minacciano "azioni su più fronti, compreso il boicottaggio del canone".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail