Spese casa: + 6,1%.

tasche_vuote_N.jpg Spero abbiate già digerito colombe, uova di Pasqua e leccornìe varie, perché l'Istat ha pubblicato i dati relativi al mese di marzo, dai quali si evince

l'aumento del 6,1% delle spese riguardanti l'abitazione rispetto a Marzo 2005.

L'inflazione sarebbe, sempre secondo l'Istituto di statistica, stabile al 2,1%, con una variazione mensile di + 0,2%.

Vediamo in dettaglio gli aumenti relativi alla casa:
innanzitutto il gas, con un rincaro su base annua dell' 11,3% ( scusate se é poco); i combustibili liquidi si aggiudicano il secondo posto, sempre rispetto allo scorso anno, con un + 11%.

Anche l'acqua potabile é aumentata parecchio- 5,3%- e ancor di più la tassa sui rifiuti ( Tarsu) con un bel + 6%.

A questi dati dobbiamo aggiungere il rincaro dei trasporti (+3,5%), di alcolici e sigarette (+ 5,3%, i tabacchi da soli + 6,7%).

I commenti delle varie associazioni dei consumatori ve li potete anche immaginare: il Codacons contesta il dato sull'inflazione, affermando che l'inflazione reale sarebbe dell'8-10%; sulla stessa linea il commento dell'Adoc e di altri.
Il segretario confederale dell'Unione Generale del Lavoro si sofferma sul progressivo peggioramento dello stile di vita degli Italiani e si dichiara seriamente preoccupato sulla tenuta della nostra economia.
Non ci resta che piangere!

  • shares
  • Mail