Telefonia fissa: in Italia tariffe aumentate del 22%


Secondo l'Autorità inglese delle telecomunicazioni (Ofcom) i prezzi della telefonia fissa stanno aumentando a livello globale e l’Italia detiene il non invidiabile primato del paese con le tariffe più care per il servizio tra quelli esaminati. Il nostro Paese occupa il gradino più alto del podio secondo il rapporto Ofcom 2012 che ha comparato il costo di un telefono fisso in Italia con quello di Gran Bretagna, Francia, Germania, Spagna, Stati Uniti.

Esaminando i tre principali operatori di tlc di ogni Paese e mettendo a punto quattro diversi profili di consumo (basket) ne è venuto fuori che l’Italia è in testa per tutti i tipi di profilo e che l’aumento di quest’anno è risultato in media del 22%:

principalmente a causa degli aumenti delle tariffe di Telecom Italia.

Il primo profilo tracciato riguarda una famiglia tipo con bisogni base che usa il telefono fisso in maniera contenuta. La spesa mensile in Italia sarà pari a 29 sterline. L’anno scorso erano 26. Molto di più rispetto alle 19 sterline del Regno Unito, una sterlina in meno delle 28 della Spagna. Nel secondo profilo il caso è quello di una famiglia connessa a banda larga e con bisogni base: il conto sarà di 40 sterline mensili, 7 in più rispetto a quanto gli italiani pagavano nel 2011. Per lo stesso profilo si spenderanno 20 sterline in UK e 36 in Germania.

Per una famiglia con bisogni diversi (terzo profilo) la spesa mensile per il telefono fisso arriverà nel bel paese a 48 sterline, 10 in più dell’anno scorso, 28 in Germania e Francia; in Inghilterra basteranno invece 21 sterline. ll quarto profilo si basa sui comportamenti di una famiglia composta da due persone ad alto reddito e che in Italia pagherà 37 sterline, erano 30 nel 2011, 14 in meno rispetto a quanto si pagherà per lo stesso tipo di consumo nel 2012 nel Regno Unito.  Le tariffe in Italia come si vede sono quindi aumentate rispetto al 2011 per tutti e quattro i profili.

E per la telefonia mobile? Dal rapporto emerge che in Italia da luglio 2011 a luglio 2012 i prezzi sono scesi. Il nostro paese è quarto tra i sei esaminati sulla base di nove possibili profili di consumo: il prezzo è calato in cinque casi, stabile in uno e aumentato in tre. Le tariffe sono diminuite nello stesso periodo anche in Spagna, Francia, Germania e aumentate in Gran Bretagna e Stati Uniti.

Anche per i servizi a banda larga, sia su telefonia fissa che mobile, i prezzi sono in calo. Sul fisso le tariffe sono scese un po’ dappertutto, pure in Italia, ed è salita l'offerta migliore ovvero il prezzo più basso in assoluto nei vari Paesi. Per la banda larga mobile l'Italia ha secondo Ofcom i prezzi più bassi, comunque in leggero rincaro rispetto al 2011.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail