Canone Rai: problemi nell’invio telematico della richiesta di esenzione

canone rai 2016 novità

Oltre alle difficoltà nella compilazione dei moduli per chiedere l’esenzione, gli ostacoli per chi ha i requisiti per non pagare il canone Rai sembrano essere infiniti.

Ieri, lunedì 16 maggio, nell’ultimo giorno utile per fare richiesta dell’esenzione, i centralini di Rai e Agenzia delle Entrate sono andati in tilt. E anche la posta elettronica non ha funzionato respingendo al mittente le mail. L’Unione Nazionale Consumatori ha denunciato che i numeri 848800444 (a pagamento, dell’Agenzia delle entrate) e 800938362 (gratuito, della Rai) non sono stati in grado di gestire le numerosissime richieste di informazioni dei cittadini.

Come denunciato da un lettore, Juri Iurato, al sito del Fatto Quotidiano, l’account di posta elettronica al quale inviare questo tipo di richieste è diventato inagibile: avendo raggiunto la saturazione, la casella ha iniziato a respingere le mail in entrata.

Rai, inoltre, ha sottoposto l’invio della Pec alla condizione della firma digitale, con una modalità decisamente più restrittiva nei confronti di chi ha inviato la richiesta di esenzione con la posta tradizionale, includendo la fotocopia di un documento nel plico fuori busta.

Via | Il Fatto Quotidiano | Consumatrici

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail