G7 finanziario in Giappone: scontro su tassi di cambio e politiche monetarie espansive

G7 Finance Ministers and Central Bank Governors' Meeting in Sendai

Al G7 finanziario in Giappone i ministri delle Finanze e i banchieri centrali delle maggiori potenze globali hanno cercato la quadra per il rilancio dell'economia mondiale, d’accordo sul fatto che coniugare riforme strutturali, politiche fiscali e monetarie è irrinunciabile. L’altro argomento caldo è stato la Brexit, l’eventuale uscita del Regno Unito dall’Unione europea, che avrebbe pesanti conseguenze sia per Londra, sia per per l'Ue sia per l'intera economia globale.

Al termine della due giorni di Sendai il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schauble ha spiegato che attuare "riforme ambiziose" sarebbe più importante "per una crescita sostenibile” . I partecipanti "si sono trovati d'accordo sul fatto che la situazione dell'economia globale è migliore e c'è meno motivo di nervosismo rispetto a pochi mesi fa" ha detto Schauble.

Il ministro dell'Economia italiano Pier Carlo Padoan dal canto suo ha posto l’accento sul fatto che la storia "ci insegna che l'integrazione ha favorito l'aumento degli scambi e di conseguenza la crescita economica. In Europa c'è ancora molto lavoro da fare in questa direzione e molto valore potenziale da mettere a frutto per il benessere dei cittadini".

Il governo giapponese aveva tentato di includere nella dichiarazione finale un accenno alle misure di stimolo monetario ma ha dovuto incasasare il no degli ospiti, a cominciare dalla Germania che si oppone da sempre a iniezioni di liquidità finanziate da un incremento del debito.

Tokyo ha dovuto fare i conti anche con l’irritazione degli Stati uniti in merito all’ipotesi di una svalutazione guidata dello yen. La posizione finale del G7 finanziario è stata quindi contro l'utilizzo del tasso di cambio come strumento attivo della politica monetaria. Via libera anche a un Action plan per combattere il finanziamento del terrorismo. Il consesso di Sendai ha anticipato il summit dei capi di Stato e di governo che si ritroveranno il 26 e 27 maggio a Ise-Shima.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail