Trattativa contratto metalmeccanici interrotta: annunciato sciopero

Lo stop alla trattativa sul rinnovo del contratto dei metalmeccanici in corso tra Federmeccanica e sindacati ha portato come prima conseguenza all’annuncio di una nuova mobilitazione che si sostanzierà in 12 ore di sciopero entro il 10 giugno prossimo. Il 28 maggio e l'11 giugno inoltre scatterà il blocco degli straordinari e il 9 e 10 giugno ci saranno manifestazioni regionali.

"Federmeccanica sta mettendo in discussione contemporaneamente il modello contrattuale fondato su due livelli contrattuali, e il ruolo e il valore del Contratto nazionale quale reale strumento di tutela dei salari e dei diritti di tutte le persone che lavorano nelle imprese metalmeccaniche"

dicono i leader di Fim, Fiom e Uilm, Marco Bentivogli, Maurizio Landini e Rocco Palombella alla fine dell'incontro di stamane con Federmeccanica che ha chiuso le porte alle ipotesi di aumenti di salario.

"Non c'è più tempo da perdere ed è necessario intensificare la mobilitazione con iniziative nei luoghi di lavoro e sul territorio. Questa è la condizione per far cambiare idea alle controparti e sostenere finalmente lo svolgimento di una vera trattativa per realizzare un buon Contratto nazionale per tutte le lavoratrici e i lavoratori metalmeccanici"

aggiungono i sindacati. Le sigle che hanno partecipato al tavolo di stamattina denunciano la volontà degli industriali di non riconoscere aumenti salariali alla stragrande maggioranza dei lavoratori della categoria, penalizzando soprattutto chi in questi anni ha svolto la contrattazione nei luoghi di lavoro.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail