Fisco: tutte le scadenze di giugno 2016

scadenze tasse giugno 2016

A giugno di quest’anno si dovrà più eseguire il pagamento dell’acconto dell’odiata tassa sulla prima casa. Ben 20 milioni di proprietari saranno esentati dal pagamento di Tasi e Imu ma le altre scadenze con il fisco di giugno rimangono tutte. Dal pagamento di Imu e Tasi per le seconde case e immobili di lusso, al modello Unico della dichiarazione dei redditi, fino alla Tari, la tassa sui rifiuti. Ma vediamo in dettaglio.

Per la casa, come previsto dalla Legge di stabilità 2016, i proprietari non devono più versare tasse sull'abitazione principale, abolite dal governo Renzi, tranne che per gli immobile di lusso. I pagamenti vanno fatti invece come sempre per le seconde case e le aree fabbricabili: in questi casi i proprietari entro il 16 giugno dovranno pagare l'acconto 2016. Il saldo invece come al solito va pagato entro metà dicembre, il 16.

Sui rifuti la Tari deve essere pagata entro il 16 giugno da tutti coloro che detengono un immobile a qualsiasi titolo. Sempre entro il 16 del mese i contribuenti dovranno presentare la dichiarazione dei redditi 2016 modello Unico. Per chi deve fare il 730 la scadenza è stata prorogata fino al 7 luglio pagando una modesta penale. Il 16 giugno poi scadono anche i versamenti mensili di Iva e Irpef.

Il 27 giugno scade invece il modello Intrastat per le imprese e i professionisti che fanno acquisti e vendite verso soggetti passivi Iva dell'Unione Europea. Il 30 giugno è il termine ultimo per la dichiarazione Imu e Tasi 2016 per le proprietà immobiliari che hanno subito variazioni nel corso del periodo d'imposta precedente,variazioni da tenere in considerazione per i futuri versamenti d'imposte. Infine entro il 30 del mese va presentato il modello di l'esenzione per la seconda rata del canone Rai da parti di quanti non l'hanno chiesta ancora.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail