Mef: il 50% degli imprenditori dichiara meno di 15.000 euro

ministero-dell-economia-e-delle-finanze

La metà degli imprenditori (il 49%) dichiara un reddito d'impresa sotto i 15.000 euro all’anno. Così spiega il Dipartimento delle Finanze del Ministero dell'Economia in relazione alle dichiarazioni fiscali 2015 relative al 2014. Solo lo 0,6% dei titolari di azienda dichiara un reddito sopra i 150.000 euro. I lavoratori dipendenti, pari a 20,5 milioni, il 50% del totale dei contribuenti, dichiarano un reddito medio ben superiore, pari a 20.520 euro, lo 0,4% in meno rispetto al 2013. Infine il 50% dei lavoratori autonomi dichiara redditi inferiori a 25.820 euro e solo il 4,1% sopra i 185.920 euro.

Nel 2014 gli studi di settore hanno riguardato 3,614 milioni di soggetti, in flessione dello 0,8% sull’anno precedente. Il reddito totale dichiarato è di 101 miliardi di euro in crescita del 3,1% sul 2013 sempre secondo le statistiche pubblicate dal Dipartimento delle finanze del Mef. Il reddito medio dichiarato è pari a 25.900 euro per le persone fisiche (+2,2% sull’anno precedente), di 37.000 euro per le società di persone (+4,1%) e di 26.700 euro per società di capitali ed enti (+12,3%).

Le società di capitali dichiarano la metà del totale dei ricavi-compensi (51%) ma registrano solo il 16% del totale dei redditi. Le persone fisiche invece pur dichiarando appena il 27% dei ricavi o dei compensi totali, registrano il 61% dei redditi totali. Tornando agli studi di settore questi nel 2014 sono stati oggetto di alcune modifiche anche a causa della crisi economica con una diminuzione del Pil in termini reali dello 0,3%. Per 193 studi di settore si è presa in considerazione l'analisi dell'efficienza produttiva, mentre 68 studi sono stati oggetto di rivisitazione.

In relazione all'attività svolta, il reddito medio dichiarato più alto lo si è registrato nel settore delle attività professionali, 41.600 euro, -1,2% rispetto al 2013, seguito dal comparto delle attività manifatturiere (32.400 euro, +11,7% sul 2013) e dal settore dei servizi (24.400 euro, +3,9%). Di contro il reddito medio più basso dichiarato è risultato essere quello del settore del commercio (19.100 euro, +9,0%).

Per le dichiarazioni Iva, 5,3 milioni i contribuenti l'hanno presentata per l'anno d'imposta 2014, in calo dello 0,9% sull’anno precedente, come conseguenza della mancata presentazione della dichiarazione da parte dei soggetti in "regime fiscale di vantaggio", pari nell'anno a 567.000 (+18,3%). L'Iva di competenza dell'anno d'imposta, cioè il saldo tra Iva a debito e Iva detraibile, è aumentata dell'1,7%, andamento ascrivibile all’applicazione della nuova aliquota ordinaria al 22% nel corso del 2014.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail