Italia-Russia accordi oltre 1 mld. Renzi: "No a sanzioni automatiche"

Nell'ambito del Forum economico internazionale di San Pietroburgo il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, che ha avuto anche un colloquio personale con Vladimir Putin, ha annunciato una serie di accordi commerciali del valore di circa 1 miliardo di euro tra Italia e Russia: Eni, Leonardo-Finmeccanica, Saipem, Maire Tecnimont e gruppi russi come Gazprom e altri colossi energetici dell'oligarchia.

"Abbiamo una tradizionale posizione di amicizia - ha detto Renzi - e alcuni accordi firmati oggi danno il senso. Abbiamo firmato intese per oltre un miliardo, ma che potenzialmente spalancano partnership per 4-5 miliardi"

ha dichiarato Renzi in una conferenza stampa. Sul tema delle sanzioni alla Russia Renzi ha chiarito quella che è la politica estera commerciale italiana:

"Anche le sanzioni devono essere viste con una certa dose di realismo: non giovano a nessuno e soprattutto non devono essere rinnovate in maniera automatica. [...] La posizione italiana è molto semplice: le sanzioni non si rinnovano in maniera automatica ma o c è un giudizio su quello che sta accadendo o le sanzioni diventano ordinaria amministrazione"

  • shares
  • Mail