Statali: malattia non a ore e possibile richiamo dalle vacanze

aran-novità ferie malattia.png

Aggiornamento 16:35 - In merito al possibile richiamo dalle ferie per i dipendenti pubblici l'Aran ha precisato che "per oggettive e prevalenti necessità organizzative" l'amministrazione può far rientrare al lavoro il dipendente in ferie che avrà per questo "diritto al rimborso delle spese documentate di viaggio di rientro in sede e di ritorno alla località di svolgimento delle ferie" ma non più all'indennità di trasferta.

Per i dipendenti statali malattia e ferie saranno solo a giornata e non a ore. Non sarà perciò possibile usufruirne come permessi per uscire prima dal lavoro o entrare dopo. A spiegare i cambiamenti e le novità è l’Aran, l'Agenzia che si occupa di pubblico impiego per conto del governo nel confronto con i sindacati di categoria.

L’ipotesi circolata nei mesi scorsi di una malattia a ore per poter fare visite specialistiche è dunque sfumata. Inoltre se l'amministrazione pubblica di appartenenza lo reputa necessario può richiamare il dipendente che è in vacanza anche se in questo caso dovrà rimborsargli il viaggio.

L'Aran settore per settore ha poi chiarito i dubbi dei dipendenti pubblici, da quelli ministeriali agli insegnanti, su tetti e limiti in tema di assenze, per rendere più difficile le finte malattie e altri escamotage per assentarsi dal posto di lavoro.

Con le vacanze estive alle porte l'Aran spiega che l'amministrazione pubblica in caso di necessità può richiamare il dipendente statale in villeggiatura anche se dovrà farsi carico delle spese di rimborso, una sorta di reperibilità a tutto campo che non mancherà di sollevare polemiche.

  • shares
  • Mail