Concorso per giudici tributari: 202 posti, bando,requisiti e domande

concorso giudici tributari

Il bando del concorso pubblico per 202 giudici presso le commissioni tributarie regionali (84 posti) e provinciali (118 posti) è stato pubblicato il 5 agosto scorso sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Vediamo quali sono i requisiti di partecipazione per gli aspiranti nuovi giudici tributari pubblicato e come si presentano le candidature.

Le domande di partecipazione vanno presentate alla segreteria del consiglio di presidenza della giustizia tributaria dal 15 settembre 2016 al 30 ottobre 2016 tramite posta elettronica certificata personale indirizzata. Le domande vanno spedite al seguente indirizzo elettronico: ufficiosegreteriaCPGT@pce.finanze.it o con raccomandata con avviso di ricevimento a via Solferino n.15, c.p.a. 00185 Roma.

Requisiti concorso giudice tributario

Possono presentare domanda coloro che possiedono i titoli e i requisiti di cui agli articoli 4, 5 e 7 del d.lgs. n. 545/1992 come modificato dal d.lgs. n. 156/2015. Bisogna essere cittadini italiani, avere l'esercizio dei diritti civili e politici, non aver riportato condanne per delitti comuni non colposi o per contravvenzioni a pena detentiva o per reati tributari, non essere stato sottoposti a misure di prevenzione e sicurezza, non aver superato i 72 anni e possedere l'idoneità psico-fisica.

Il titolo di studio richiesto è la laurea magistrale o quadriennale in materie giuridiche o economico-aziendali e il concorso è riservato a chi non fa già parte dell'organico delle commissioni né della magistratura tributaria.

Potranno presentare domanda per i posti di giudici delle commissioni tributarie provinciali, tra gli altri, i dipendenti civili dello stato o di altra pubblica amministrazione, gli ufficiali della Guardia di finanza cessati dalla posizione di servizio, gli iscritti agli albi dei ragionieri, chi è in possesso del titolo di studio di ragioniere o perito commerciali, chi che ha conseguito da almeno due anni il diploma di laurea in giurisprudenza o in economia e commercio.

Se si vuole essere nominati giudici tributari regionali la domanda può essere presentata da quanti, secondo i requisiti degli articoli 4, 5 e 7 del decreto legislativo 31 dicembre 1992 n. 545, sono stati iscritti negli albi professionali indicati nella lettera o dei ragionieri e dei periti commerciali e/o hanno esercitato attività di amministratori, sindaci, dirigenti in società di capitali o di revisori dei conti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail