Terremoto: riscossione Equitalia sospesa fino a dicembre

Stop alla riscossone da parte di Equitalia nei comuni interessati dall'emergenza terremoto che ha colpito l'Italia centrale. L'agenzia nazionale di riscossione in una nota spiega: "A seguito del decreto del Mef, stop immediato agli adempimenti e agli atti di riscossione di Equitalia nei 17 Comuni del terremoto del 24 agosto". Il decreto di sospensione è stato firmato ieri dal ministro Pier Carlo Padoan, con l'indicazione dei Comuni delle Marche, dell'Abruzzo, del Lazio e dell'Umbria in cui vale lo stop alla riscossione in attesa della pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale.

Il termine già stabilito per la ripresa dei versamenti cade sotto Natale, il 20 dicembre 2016. Per ora, e dal 24 agosto, sono sospesi i versamenti delle imposte e gli adempimenti tributari per tutti i tipi di contribuenti, persone fisiche, imprenditori e persone giuridiche che risiedono nei comuni duramente colpiti dal sisma. Sospensione che riguarda anche versamenti e adempimenti relativi a cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione e che dipendono ad accertamenti esecutivi.

Ecco l'elenco dei comuni coinvolti: Acquasanta Terme (Ap), Arquata del Tronto (Ap), Montefortino (Fm), Montegallo (Ap), S. Montemonaco (Ap), Montereale (Aq), Capitignano (Aq), Campotosto (Aq), Valle Castellana (Te), Rocca Santa Maria (Te), Accumoli (Ri), Amatrice (Ri), Cittareale (Ri), Cascia (Pg), Monteleone di Spoleto (Pg), Norcia (Pg), Preci (Pg). In base alle comunicazioni della Protezione Civile, altri comuni colpiti dal terremoto del 24 agosto scorso potrebbero beneficiare della sospensione.

donazioni terremoto

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail