Pioggia di sconti per le telefonate fisso-mobile

Sconti Telecom E’ ufficiale, dal 1° luglio diminuiranno di un buon grado le tariffe per chiamate fisso-mobile da rete Telecom. A garantirlo sarà l’Authority per le telecomunicazioni vigile sull’applicazione effettiva degli sconti nell’ordine del 10-23% a seconda dell’operatore prescelto. Il dietro front tariffario è la diretta conseguenza di un provvedimento dell’Authority sui prezzi all'ingrosso che subiranno diminuzioni significative dal 1° luglio per le reti ospitanti Tim, Vodafone e Wind.
Quanto a "3", resterà libera di fissare la tariffa di terminazione solo fino al termine del 2007, dopodiché per le chiamate che arrivano sulla propria rete incasserà 16,26 centesimi di euro al minuto e non più 18,76.

Innegabile comunque l’effetto boomerang delle liberalizzazioni anche in questo settore, con un affossamento dei due operatori minori, Wind e Tre, che rischiano di perdere terreno rispetto a Tim e Vodafone. Wind, nonostante le smentite ufficiali, sarebbe infatti pronta a intervenire sugli organici e Tre pare stia esaminando la correzione di una strategia commerciale giocata finora su prezzi molto aggressivi.

Un vero e proprio effetto domino a cui, il Governo prima e l’Unione Europea dopo, hanno dato impulso. All'abolizione dei costi di ricarica si è aggiunto il taglio del roaming deciso a livello europeo, l'arrivo sul mercato di nuovi concorrenti (operatori "mobili virtuali" come Poste, Coop e Carrefour) e la commercializzazione ( non prima di agosto-settembre) di servizi integrati fissomobile in cui Telecom e Vodafone sono notevolmente più avanti.

Ecco la rivoluzione tariffaria in cifre per quanto riguarda la fascia oraria intera (ossia dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18,30):


  • Telefonate da Telecom a Tim: si passa da 19,34 a 17,40 centesimi al minuto,

  • Telefonate da Telecom a Vodafone: si passa da 20,27 a 18 centesimi al minuto,

  • Telefonate da Telecom a Wind: si passa da 23,54 a 19,27 centesimi al minuto,

  • Telefonate da Telecom a «3»: si va da 41,09 a 31,42 centesimi al minuto.

Quanto alla fascia oraria ridotta (nei giorni feriali dalle 18,30 alle 8 del mattino e il sabato, la domenica e i festivi)


  • Telefonate da Telecom a Tim: si passa da 11,20 a 10,19 centesimi al minuto,

  • Telefonate da Telecom a Vodafone: si passa da 11,20 a 10,40 centesimi al minuto,

  • Telefonate da Telecom a Wind: si passa da 11,20 a 11,06 centesimi al minuto,

  • Telefonate da Telecom a «3»: si va da 11,20 a 18,48 centesimi al minuto.

Invariato, infine, lo scatto alla risposta, che rimane fermo a 7,87 centesimi.

Anche per la clientela «affari» sono previste riduzioni:


  • Telefonate da Telecom a Tim: si passa da 12,27 a 11,08 centesimi al minuto,

  • Telefonate da Telecom a Vodafone: si passa da 12,34 a 11,17 centesimi al minuto,

  • Telefonate da Telecom a Wind: si passa da 13,67 a 12,06 centesimi al minuto,

  • Telefonate da Telecom a «3»: si va da 19,90 a 20,2 centesimi al minuto.
  • shares
  • Mail