Lettera UE sulla manovra: cosa chiede Bruxelles all'Italia

lettera ue italia

La lettera di chiarimenti richiesti sulla manovra dalla commissione Ue è sul tavolo di Palazzo Chigi. Il governo italiano entro domani sera, 27 ottobre, deve rispondere ai dubbi e alle perplessità di Bruxelles sulla legge di bilancio approvata dal Cdm. Le missive con i rilievi dell'Unione europea sulle leggi di stabilità di alcuni paesi membri, in via di discussione nei parlamenti nazionali, è giunta ieri e a Roma e nelle capitali di Cipro, Spagna, Portogallo, Belgio, Finlandia e Lituania.

I chiarimenti richiesti all'Italia dalla commissione, scrive ItaliaOggi, vertono in particolare sulla discrepanza tra gli impegni presi la scorsa primavera sui conti pubblici e i numeri indicati nel documento programmatico di bilancio 2017, sul totale delle uscite per i migranti e per il sisma dello scorso 24 agosto incluse. Tutte spese considerate straordinarie dal governo. Legge di bilancio quindi bocciata dall'Ue? Intanto a Roma si attende che il testo definitivo della manovra venga ancora presentato in parlamento, a dieci giorni dall'approvazione in Consiglio dei ministri.

La lettera della Commissione Ue "è arrivata, è assolutamente normale per noi e gli altri Paesi che l'hanno ricevuta. Ci chiedono chiarimenti su aspetti centrali delle misure (...)" ha detto il ministro dell'economia Pier Carlo Padoan. Senza le spese per terremoti e migranti - ha aggiunto il ministro ieri sera a Politics su Rai2 - il deficit dell'Italia "sarebbe meno del 2%, una cifra bassissima" ribadendo il ritornello del premier Mattero Renzi: la manovra "sarà mantenuta".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail