Padoan risponde all'UE: scostamento per sisma e migranti. Il testo della lettera

lettera Padoan a Ue

Il ministro dell'economia Pier Carlo Padan risponde alla lettera di chiarimento richiesta dall'Ue sulla legge di bilancio 2017 spiegando che il divario dal target precedentemente indicato è dovuto a spese per migranti e terremoto.

Spese che sono da considerare straordinarie secondo il governo italiano. Lo scostamento degli obiettivi del 2017 rispetto al 2016 ''è largamente spiegabile con le spese straordinarie relative a immigrazione e rischi sismici''. Nella lettera - qui il testo - inviata a Bruxelles Padoan aggiunge che per gestire il fenomeno dei migranti potrebbero servire fondi fino a 4,2 miliardi di euro nel 2017.

Le risorse che invece occorrono per le aree colpite dal terremoto del 24 agosto scorso nel centro Italia, mentre la terra è tornata a tremare in quell'area portando nuova distruzione, sarebbero pari a 2,8 miliardi di euro per un totale di 7 miliardi di euro.

''L'economia italiana sta ancora sperimentando delle condizioni cicliche difficili'' ha scritto ancora e il titolare del dicastero di Via XX settembre, perciò occorrerebbe un "aggiustamento più graduale'' per raggiungere il target di medio termine cioè il pareggio strutturale al 2019.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail