Classe A? Sì, grazie.

elettrodomestici.jpg
Quanto si risparmia sulla bolletta acquistando

elettrodomestici appartenenti alla classe energetica A?

Parecchio, stando ai dati resi noti dal Ministero delle Attività Produttive.
Tutti sappiamo che ogni apparecchio é dotato di un'etichetta "energetica" che indica il consumo medio annuo espresso in kWh, ma non é così agevole calcolare l'effettivo risparmio in termini monetari, magari all'interno di un esercizio commerciale.
Vediamo insieme alcuni interessantissimi dati:
i frigoriferi di classe A++ consumano circa € 34 di corrente ogni anno, quelli di classe B da € 61,90 a € 84,20; per un classe G l'esborso sale a oltre € 140,60;

per le lavatrici il discorso cambia poco: classe A meno di € 44,50 annui; classe C da € 53,80 ad € 63,20; per una classe G superiamo € 91;

veniamo al condizionatore: classe A meno di € 160,30 annui; classe C da € 171 a € 183,20; un classe G supera quota € 233.

Un discorso a parte meritano le lampadine; calcolando un utilizzo di 8000 ore, una lampadina ad incandescenza pesa sulla bolletta, a parità di illuminazione, più del triplo di una a basso consumo: € 130 la classica, € 42 quella a fluorescenza.

Per non tediarvi oltre con un lungo elenco di numeri, aggiungo solo che il discorso é identico per tutti gli elettrodomestici per cui, se siete in procinto di acquistarne uno nuovo, valutate bene questi dati.
Chi più spende....

  • shares
  • Mail