Evasione fiscale: 40% degli accertamenti quasi irrecuperabile

evasione fiscale italia agenzia entrate

Il 40% degli accertamenti fiscali riguarda somme quasi irrecuperabili. A fare l'amara constatazione è l’Agenzia delle entrate nel giorno in cui i dati del Ministero dell'Economia e delle finanze rendono noto che comunque le entrate tributarie sono in aumento nei primi due mesi del 2017, attestandosi a quota 64.614 milioni di euro, il 3,1% in più (+1.969 milioni) sullo stesso periodo del 2016.

Una crescita, quelle delle entrtate, che fa segnare un vero e proprio boom del gettito dei giochi, +15%, e un aumento del gettito dell'Iva, +5,3%. In calo invece, dello 0,7%, le entrate da ruoli, quelle legate alla difficile lotta all’evasione fiscale. Rispetto agli accertamenti, come ha detto oggi il direttore delle Entrate Rossella Orlandi, le somme incassate son pari a "oltre il 50%".

La situazione "problematica" è relativa al 40% di contribuenti che "non reagisce, non impugna e non paga" ha aggiunto ancora Orlandi in audizione in commissione Finanze della Camera dei deputati. Si tratta di situazioni in cui "l'incisività del recupero è minore" dato che questo tipo di evasione denota spesso un carattere "malavitoso'' e le somme possono essere considerate "quasi irrecuperabili" ha concluso il direttore dell'Agenzia della entrate.

  • shares
  • Mail