Carburanti: i prezzi di benzina e diesel aumentano sotto Natale

I 12,4 milioni di italiani che secondo Federalberghi sono pronti a partire per le vacanze di Natale (- 13% rispetto all’anno scorso), e ovviamente non solo loro, si troveranno alle prese con il rialzo dei prezzi dei carburanti.

Secondo Staffetta Quotidiana, la media ponderata nazionale dei prezzi in modalità servito si attesta oggi a 1,797 euro al litro per la benzina e a 1,755 euro per il gasolio, con un aumento di un centesimo su entrambi i prodotti.

IP e Shell hanno alzato questa mattina i prezzi del carburante, con IP che ha aumentato di 0,5 centesimi al litro il prezzo di verde e diesel e Shell che invece alza il listino di ben 1,5 centesimi al litro sia sulla benzina che sul gasolio.

Intanto sul fronte dei consumi l'Unione Petrolifera ha reso noto che nel 2012 in Italia c’è stata una contrazione eccezionale del consumo pari a 8,1 milioni di tonnellate (-11,4%). I consumi secondo il bilancio preconsuntivo 2012 sono praticamente ai livelli degli anni Sessanta, periodo precedente al boom economico.

Ma i fatturati aumentano: 35 miliardi di euro, cioè 450 milioni in più rispetto all’anno scorso e che secondo l’Unione sono il risultato delle peggiorate quotazioni internazionali del greggio (+2,5%) e del cambio euro-dollaro (-7,8%). Ed è record per il gettito fiscale sui prodotti petroliferi: nel 2012 è arrivato quasi a 42 miliardi, con un incremento del 10% rispetto al 2011.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail